nov 22 2013

25 novembre, Giornata Mondiale contro la violenza sulle Donne

Tag:admin @ 17:47

 

  • PRC Federazione di Livorno
  • PRC Circolo di Rosignano

 

La Federazione del Partito della Rifondazione Comunista di Livorno, sarà a fianco di tutti coloro che Lunedì 25 novembre, Giornata Mondiale contro la violenza sulle Donne, si impegneranno a manifestare il loro sdegno e la propria condanna verso questa ripugnante quanto deprecabile forma di violenza di genere.
Occorre dare un segnale ampio, diffuso e sentito che possa coinvolgere tutti i cittadini, siano essi uomini, donne e giovani. Chiediamo un’ampia diffusione sui social network dei volantini che sottolineano questa triste “questione”. Chiediamo agli operatori commerciali e turistici di usare il ROSSO nelle vetrine. Chiediamo alle stesse Associazioni una mobilitazione culturale perché si interroghino coscienze e si diano risposte al bisogno di cambiamento di modelli di riferimento stereotipati.
Contro il Femminicidio, contro la violenza di genere. La società cresce se le opportunità sono pari!

Il Circolo PRC di Rosignano aderisce e sostiene l’iniziativa “ROSSO OVUNQUE” promossa dal Comune di Rosignano Marittimo.
Di seguito le locandine dell’evento :

1_Giornata violenza donne.b 2_Giornata violenza donne.3

FacebookTwitterGoogle+TumblrPinterest

nov 14 2013

PRC Federazione di Livorno: dati parziali dai congressi di circolo

Tag:admin @ 14:05

 

  • red

 

Di seguito riportiamo dati e risultati provenienti dai congressi di circolo effettuati nella Federazione di
Livorno aggiornati alla data odierna:

Dati parziali circoli LI

FacebookTwitterGoogle+TumblrPinterest

nov 06 2013

Tirrenica, Ferruzza (Legambiente): «L’autostrada non serve a questo territorio»

Tag:admin @ 23:02

 

 

tirrenica-tracciato-bluLa Regione Toscana per l’autostrada Tirrenica ha confermato la propria preferenza per il tracciato costiero (il cosiddetto ‘tracciato blu’), ed ha fissato le “prescrizioni” da inviare a Sat per la redazione del progetto definitivo e della valutazione di impatto ambientale relativo al tratto Fonteblanda-Ansedonia.
Tra le reazioni alla delibera da registrare quella della provincia di Grosseto che, pur valutando positivamente le correzioni introdotte dalla Regione rispetto ad alcune criticità (in particolare quelle di carattere idrogeologico), mantiene inalterato il proprio giudizio di contrarietà al tracciato autostradale prescelto, per la mancata ripetizione della Via dopo la modifica del progetto, che è oggetto di ricorso al Tar, e per il nodo rappresentato dalla vicinanza dell’autostrada alla laguna di Orbetello.
Su un altro piano le considerazioni di Legambiente Toscana: «Rimaniamo profondamente convinti (e lo siamo a maggior ragione oggi, in tempo di crisi) che l’autostrada non serva a questo territorio – ha sottolineato il presidente Ferruzza – Per questo siamo molto preoccupati che si torni a paventare un finanziamento pubblico per realizzarla, quando le esigue risorse in campo, andrebbero invece investite, a nostro avviso, sulla linea tirrenica ferroviaria. In particolare, stupisce che non ci si renda conto di quanto siano scemati i flussi di traffico su tutto il territorio nazionale e di quanto siano difficili i finanziamenti delle infrastrutture, quand’anche di conclamata pubblica utilità (si veda quello che sta succedendo in Lombardia). Continua”Tirrenica, Ferruzza (Legambiente): «L’autostrada non serve a questo territorio»”

FacebookTwitterGoogle+TumblrPinterest

nov 06 2013

Blitz ex distretto sanitario di via Rossi: comunicato stampa

Tag:admin @ 22:40

 

  • PRC Livorno

 

Il Partito della Rifondazione Comunista di Livorno esprime la propria preoccupazione, non senza mostrarsi perplesso e critico, riguardo al blitz che le Forze dell’ordine hanno portato a compimento questa mattina (martedì 5 nov, ndr) nell’ex distretto sanitario dell’Asl situato nella centralissima Via E. Rossi. A quanto è dato sapere lo scopo sembra essere stato quello di effettuare perquisizioni e riconoscimenti delle persone presenti nella struttura stessa. Ma la cronaca, ormai conosciuta dai più, lascia il posto a doverose riflessioni sul metodo adottato e sulle ragioni che l’hanno motivato.  Qual’è il motivo che può giustificare la messa in opera di una vera e propria militarizzazione di un’area centralissima come quella sopra indicata? Crediamo sia difficile parlare di quanto accaduto senza trovare un nesso con una situazione politica che sembra, almeno a livello di Amministrazione Comunale, non aver dato finora risposte sufficienti a problematiche sociali rilevanti come la questione abitativa, l’inclusione sociale ed il diritto al reddito.  Ricordiamo che nell’ex distretto “occupato” si trovano 16 famiglie senza dimora ed un gruppo di giovani che hanno dato vita ad una attività di raccolta e recupero di materiali vari al fine di un loro riutilizzo in ambito sociale. In virtù di questo riteniamo che sia doveroso, da parte della stessa Amministrazione, dare risposte esaurienti ai tanti dubbi che scaturiscono in maniera più che legittima.

  • Di seguito alcune immagini significative degli eventi riportati e accaduti martedì 5 novembre:

 

* Forze di Polizia in assetto anti-sommossa durante il blitz della mattina

foto 010

 

 

 

 * Corteo di protesta si dirige verso il Comune

foto 041

 

 

 

 

 

 

 

 

* Protesta di fronte all’ufficio dell’Assessore all’ambiente

foto 069

 

 

 

 

 

 

 

 

FacebookTwitterGoogle+TumblrPinterest

nov 05 2013

Riforma delle Autorità Portuali: irricevibile proposta del ministro Lupi!

Tag:admin @ 0:47

 

  • Circolo Porto

 

immagine_principale_homeDall’Assemblea Nazionale di Assoporti svolta a Roma il 29 Ottobre siamo passati dal soporifero all’inverosimile. Oltre a non avere invitato il rappresentante di ANCI non sono neppure stati invitati i rappresentanti delle Organizzazioni Sindacali del settore portuale che pure un ruolo lo hanno sempre esercitato e senza i quali, data la loro rappresentanza dei lavoratori, sarebbe difficile affrontare i problemi in discussione. Ha ragione il Senatore Marco Filippi quando sostiene che l’atteggiamento del Ministro Lupi rischia di far arenare la riforma della legge 84/94 che oggi è possibile attuare. Ascoltando le proposte del neofita ministro Lupi che vorrebbe adottare tramite decreto, fra circa trenta giorni, la sensazione che si ricava è che non sappia nemmeno di cosa sta parlando. In soldoni il Ministro Lupi, ed i fans della “riformona” vorrebbero ridurre il numero delle le Autorità Portuali trasformandole in Autorità di distretto logistico, facendole diventare delle SPA e quindi privatizzarle come alcune significative realtà del nordeuropa. Continua”Riforma delle Autorità Portuali: irricevibile proposta del ministro Lupi!”

FacebookTwitterGoogle+TumblrPinterest

nov 01 2013

7 novembre 1917, Rivoluzione d’Ottobre. Le ragioni di un evento che ha cambiato la storia.

Tag:admin @ 0:52

 

  • red

 

7 nov.riv.ottobre

 

 

FacebookTwitterGoogle+TumblrPinterest